giovedì 11 ottobre 2012

Libro della Settimana - Kayla 6982 di K. Sandler

Buongiorno miei cari! 


Siete pronti per una nuova recensione? Ieri sera, finalmente, sono riuscita a terminare l'ultimo libro targato Giunti Y, il distopico e fantascientifico "Kayla 6982" di Karen Sandler. 


Credo che non sarà facile stilare una recensione lineare ma ci provo. 

La prima cosa che mi aveva colpito di questo libro era stata sicuramente la cover, questo viso tatuato in argento e il filamento di DNA che sarà il filo conduttore di tutta la storia. 

Kayla infatti è una NGM - Non umana geneticamente modificata - creata appositamente in una capsula con Dna umano e animale, che vive sul pianeta Loka, dove quello che resta dell'umanità terreste si è rifugiato dopo il collasso della terra. 
Essendo una NGM, Kayla occupa il rango più basso della gerarchia di Loka, e proprio per questo dopo aver compiuto i quindici anni di età, viene allontanata dalla sua famiglia di allevamento, e destinata al suo nuovo lavoro, prendersi cura di un PURO di alto rango (la casta più importante del pianeta Loka) presso la sua abitazione. Ma chi è in realtà questo Puro? E quali segreti nascondono lui e suo nipote Devak, che contro ogni regola stabilita sul pianeta sembra affezionarsi ogni giorni di più a Kayla? E che ruolo hanno la migliore amica di Kayla, Mishalla, e l'impuro che la sta aiutando? Quante domande vero???

Non è facile dare una risposta a tutti questi quesiti, perchè purtroppo, l'autrice e il suo stile non vi aiuteranno a comprendere con chiarezza questa storia e proprio per questo fin da subito il mio rapporto con questo libro è stato di amore/odio. 
Amore perchè la trama ha potenzialità che nessun altro libro YA in commercio possiede al momento, innovativa, per nulla incentrata sui sentimenti melensi, ma più che altro va a toccare argomenti come il razzismo, lo sfruttamento dei minori, e la ricerca di un mondo migliore. 

D'altra parte però, lo stile dell'autrice, frenetico e spesso confuso non mi ha aiutato nella lettura. Fin dalle prime pagine veniamo catapultati in un mondo completamente sconosciuto, e purtroppo non ci vengono fornite le basi per abituarci a questo cambiamento. 
E' come se l'autrice avesse un piano ben definito nella mente di quello che voleva raccontare, il problema è che non rende partecipi i suoi lettori, snocciola su carta una marea di informazioni e nominativi particolari, senza dare alcuna spiegazione sulle loro funzionalità, creando nel lettore (o almeno in questo caso nella sottoscritta) una grandissima confusione. 

Tuttavia non mi sento di cestinare completamente il libro, perchè come dicevo prima, ciò che si trova alla base della storia è veramente innovativo e i personaggi principali come Kayla e Mishalla sono ben caratterizzati. 

Se pensate di trovarvi tra le mani il solito YA trito e ritrito, condito di formule amorose, e pensieri sdolcinati, questo non è assolutamente il vostro libro, ma se volete leggere qualcosa di nuovo allora ve lo consiglio, dovete solo prepararvi mentalmente al fatto che non sarà una lettura semplice. 

Per quanto riguarda la foto ispirata al libro vi lascio questa città del futuro, leggendo la storia, sicuramente l'ambientazione futuristica è la cosa che salta di più all'occhio, alomobili e facciate olografiche vi faranno compagnia per tutto il libro. 


Questo libro è il primo di una trilogia, pertanto ( o almeno spero) nei prossimi volumi lo stile confuso della Sandler subirà qualche variazione, e sarà più facile districarsi tra filamenti di Dna, NGM, interfacce e caste del pianeta Loka. 

Qualcuno di voi lo ha letto? Fatemi sapere cosa ne pensate. 
Alla prossima lettura!
Monica 


Questa recensione partecipa al 'Hogwart Reading Challenge sul blog Readbelive

7 commenti:

  1. Io l'ho trovato bellissimo, innovativo e per niente confusionario,una lettura YA che sfata i soliti cilchè. Consigliabilissimo!Lara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti anche secondo me la trama è molto innovativa, e non ha nulla a che vedere con i soliti YA che circolano.. però tutte quelle caste e quei nomi strani, DNA, Interfacce mi hanno mandato in confusione XD Sarà che io e la tecnologia non siamo compatibili? XDXD

      Elimina
  2. Allora leggendo la tua preziosa recensione penso che lo prenderò per il kindle quando troverò una buona offerta grazie del consiglio!

    RispondiElimina
  3. Come sai, concordo appieno! :P

    RispondiElimina
  4. Mmm, ero poco convinta, ora lo sono ancora meno. Come ho detto altre volte, la cover e la trama non mi hanno mai attirato particolarmente, ma volevo aspettare qualche recensione da blogger di cui conosco i gusti per potermi sbilanciare.
    Credo non lo comprerò mai, è originale e questo ci sta alla grande, ma non ho proprio voglia ne bisogno di buttarmi in una lettura sconclusionata e caotica. Come sempre le tue recensioni sfiorano la perfezione per me. Con poche parole trasmetti tutto il necessario e comunichi le cose importanti.

    RispondiElimina
  5. O.O addirittura perfetta? ma no daiiiiiii XD mi fai diventare rossa! Io non credo che esistano le recensioni perfette, ma preferisco quelle dove c'è un po' di cuore e io cerco sempre di scriverle così!

    RispondiElimina
  6. Mi attirava molto.....ma se è così confusionario penso aspetterò!!! Magari lo prenderò in prestito!!!!:)

    RispondiElimina