venerdì 23 marzo 2012

Libro della settimana "Un uso qualunque di te" di S. Rattaro


Inizio a scrivere questa recensione con il cuore in mano.

Solitamente mi prendo un po’ di giorni prima di scrivere i miei pensieri su quello che ho letto, ma in questo caso non ce la faccio. Esattamente come il libro che mi è arrivato solo ieri all’ora di pranzo, e che ho iniziato nel primo pomeriggio, anche la recensione deve seguire il battito del mio cuore impazzito.

Il libro di cui vi sto parlando è “Un uso qualunque di te” di Sara Rattaro edito Giunti Narrativa.



Come vi dicevo è arrivato solo ieri all’ora di pranzo, ho iniziato a leggerlo nelle prime ore del pomeriggio e l’ho terminato ieri sera alle 22.30 senza mai riuscire a staccarmi.

La storia di Viola e della sua famiglia è descritta in maniera semplice ma che arriva dritta al cuore.. sono lacrime e sangue quelle che scorrono sul mio viso e dal mio cuore mentre scrivo queste poche righe.

Viola è moglie e madre, Viola è assente, vive una vita parallela, clandestina, infame, fino a quando l’imprevisto più impensabile non la costringe a guardarsi dentro.
Perché la vita può cambiare in un solo attimo, un momento sei in paradiso, il secondo dopo annaspi nell’inferno più nero.
Odierete Viola per quel suo modo di vivere senza regole, fregandosene apparentemente di tutti, pensando che è solo se stessa quella che importa nella sua vita.
Questo è quello che accadrà leggendo la sua storia superficialmente. 
Ma se andrete nel profondo della sua anima, scavando, e guardando con occhi diversi, vedrete una donna sola.. che cerca solo amore.

Questo libro non è facile, parla di tradimento. E tutti siamo pronti a puntare il dito.. già lo so.
Tradire non è giusto.. E’ vero!
Tradire è sbagliato .. Vero anche questo!
Si possono fare delle scelte nella vita, ed ad ognuna di queste scelte corrisponde una conseguenza, si possono fare scelte sbagliate, errori madornali, ma nessuno ha il diritto di giudicare, perché io sono convinta che il fallimento di un rapporto stia sempre a metà.

50 e 50.. un po’ e colpa mia.. ma ne hai tanta anche tu che non hai mai saputo ascoltarmi e capirmi.

E’ così che io vedo Viola, incastrata in una vita che non le appartiene.. lei ha fatto una scelta.. per sbagliata o giusta che fosse l’ha portata fino a questo punto e adesso che la vita le presenta il conto lei dovrà decidere di nuovo.

Viola ha scavato un buco nel mio cuore nelle ultime ore, ed è una ferita che sanguina e fa male.
Mi ha lasciata stordita e solitaria .. persa in un qualcosa sepolto nel mio cuore .. ma come dice Viola forse sono proprio le cicatrici del passato quelle che fanno più male.

Consiglio questo libro a chi ha la mente aperta e può capire ed apprezzare un amore incondizionato per la vita.
Consiglio questo libro a chi sa cosa vuol dire affrontare la verità tutti i giorni.. non quella piena di paroline dolci che ci diciamo quando ci siamo appena innamorati, ma quella della vita a due.. difficile, estenuante.. quella dei problemi, delle cose non dette, taciute per non far male , del perdono e della redenzione.

Consiglio questo libro a tutte quelle donne che conoscono il loro lato oscuro ma fanno finta che non esista.

Un grande libro, scritto con semplicità e amore. Un libro che si legge tutto d’un fiato e che non vi deluderà.

Grazie Viola per essere quello che sei.. e grazie a Sara l’autrice per averla disegnata così… nel bene e nel male. 

17 commenti:

  1. Monica! Mi hai convinta!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora prepara i fazzoletti! Ce ne sarà bisogno ç________ç

      Elimina
  2. Troverò la forza di leggerlo! Promesso..

    RispondiElimina
  3. Bellissima recensione, molto sentita, si vede che il libro ti ha colpita e ha colpito anche me.. sembra intenso e commovente! Da leggere! Ps: grazie per avermi inviato lo scritto :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. che tra l'altro è molto attinente a questo libro, ma non l'ho scritto di conseguenza .. era nel mio pc da un po'! Diciamo che il libro mi ha aiutato a decidere tra quello e un altro che volevo mandarti ;)

      Elimina
  4. è uno dei prossimi libri che leggerò! =D spero mi colpisca come ha colpito te =)=)

    RispondiElimina
  5. Troverò la forza di leggerlo prima o poi,perchè dev'essere proprio bello.

    RispondiElimina
  6. Bellissima recensione Monica *_*
    Avevo letto la trama ma non mi aveva entusiasmato granché; ma, grazie a quello che hai scritto, mi sono dovuta ricredere.
    Questo libro entrerà nella mia wish list ^_^

    RispondiElimina
  7. troppi, troppi splendidi libri.....aaaaaaaaaaaaaaaaaa.....

    RispondiElimina
  8. che bella recensione!!!!
    questo libro mi ha attirata subito ma tu hai sottolineato bene tutto il sentimento e l'onestà della protagonista nel mettersi a nudo... ^_^

    RispondiElimina
  9. E credo che leggendo questa recensione (anch'io voglio diventare così bravaaaaaaaa xD) anche questo libro finirà nella mia wishlist, mi sono emozionata leggendo le tue parole, figuriamoci col libro fra le mani e davanti ai miei occhi :)

    Di solito gli autori italiani non mi attirano mai particolarmente, ma già l'altra volta quando avevi messo la trama di questo libro una parte di me lo desiderava fra le mani. Forse sarà il modo per farmi cambiare idea sugli autori made in italy :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io solitamente non sono molto attirata dagli autori Italiani, ma ultimamente ne ho scoperti alcuni che meritano davvero! Oltre a Sara, anche Giovanna Zucca e Leonardo Patrignani! Spazio agli autori Italiani esordienti!!!

      Elimina
  10. In tuo blog è.... non trovo un aggettivo adatto a definire quanto magnifico è questo blog! Mi piace moltissimo, scrivi benissimo e le tue recensioni fanno venire voglia di leggere i libri in questione. Bravissima! Sono nuova ma già mi sono innamorata del tuo blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elisa benvenuta! E grazie mille per i complimenti!

      Elimina
  11. ho appena finito di leggerlo! gli ultimi tre capitoli sono stati il delirio.. grazie alla quantità industriale di lacrime non riuscivo più a leggere una sola riga! ho pianto come una fontana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .. ecco siamo in due! Io sono ancora stordita e non riesco a leggere in questi giorni, vedi tu come sono messa male!!!

      Elimina
  12. cavoli! ho questo libro in libreria da un po' e non mi sono mai decisa a leggerlo! 5 stelline! credo sia giunta l'ora di dargli una possibilità :D

    RispondiElimina